Continuano gli incontri di conoscenza e approfondimento sui temi di attualità per capire l’oggi.
Giovedì 23 novembre vi aspettiamo per una serata dedicata al tema della democrazia intitolata “Non voto più. Me ne vado”.
Insieme a Vincenzo Scotti già parlamentare e ministro degli interni e Marco Almagisti docente di scienze politiche, Università di Padova, ci interrogheremo sui perché della crisi della democrazia rappresentativa, sul ruolo del web nella politica, sui possibili orizzonti futuri e i modi per recuperare una partecipazione attiva dei cittadini.
A introdurre il dibattito Raffaele Consiglio, segretario generale Cisl Vicenza, mentre a moderare le diverse voci sarà Andrea Frison, giornalista de La Voce dei Berici.
La sede dell’incontro è il nostro Centro Culturale, in viale Ferrarin 30.
Questo appuntamento è rivolto a chi desidera conoscere-capire l’oggi, incamminandosi verso un futuro di speranza e suggerendo come si può intervenire: ricostruire la fiducia nelle persone per ricostituire la comunità.

Vi aspettiamo giovedì 23 novembre alle ore 20.30

 

Cucire Speranza

Mercoledì 14 settembre alle ore 20.45 all’Aeropago del Centro culturale San Paolo a Vicenza (viale Ferrarin 40), avrà luogo la testimonianza di suor Rosemary Nyirumbe, suora ugandese in prima linea contro i signori della guerra dell’Africa centrale, nominata «eroe dell’anno» dalla CNN e inserita nelle lista delle «100 persone più influenti al mondo» dal settimanale TIME.

Suor Rosemary è protagonista del libro Cucire la speranza. Rosemary Nyirumbe, la donna che ridà dignità alle bambine soldato (EMI, in libreria dall’1 settembre), che racconta il grande segno di speranza che la storia di sr Rosemary rappresenta per l’Africa. In una terra spesso rappresentata dai mass media solo come terra di violenze, Rosemary Nyirumbe è la testimone di una società civile che cresce ed è pronta a guidare il Continente africano su una strada di autonomia: sono oltre duemila le ragazze che Rosemary (tramite l’educazione e il lavoro) ha «liberato» dall’Lra, il Lord’s Resistence Army, la milizia del sanguinario Joseph Kony che per decenni ha insanguinato il Nord Uganda e il Sud Sudan.

Il racconto di Cucire la speranza ci restituisce un’incredibile storia di fiducia, compassione e solidarietà di una religiosa che opera e si impegna secondo uno slogan quanto mai efficace: «La fede è meglio praticarla che predicarla».

L’incontro è organizzato dall’Ufficio missionario diocesano di Vicenza, da Presenza Donna, dal Centro Culturale San Paolo, dalla Libreria San Paolo e dall’Editrice Missionaria Italiana.

Scarica la  Locandina